Tomba di Rotari, ex Chiesa di San Pietro

2015

Recupero, adeguamento e valorizzazione della Tomba di Rotari ed ex Chiesa di San Pietro, “Cittadella Micaelica” a Monte Sant’Angelo (FG)

Il battistero di San Giovanni, detto Tomba di Rotari, i resti dell’ex chiesa di San Pietro e la chiesa di Santa Maria Maggiore formano il complesso monumentale di San Pietro a Monte Sant’Angelo (FG).

Il progetto ha previsto la realizzazione di un percorso di visita serale con interazione tra luci e audio, alla scoperta della storia del Battistero e ai resti della chiesa di San Pietro.

Il sistema d’illuminazione è stato progettato in modo da valorizzare i volumi del battistero, le peculiarità architettoniche e i punti di maggior interesse storico.

Grazie al sistema di gestione VM DigiLux 3000 è possibile visitare il battistero e l’ex chiesa di San Pietro sia in visita guidata che libera.

Infatti il sistema è stato progettato in modo che, durante la visita guidata, i gruppi di illuminazione vengano richiamati in accensione e spegnimento a seconda del momento di narrazione.

Nel caso di visita libera, invece, l’illuminazione viene accesa integralmente ma con valori di luminosità appositamente studiati.

Sono stati installati all’interno della Tomba di Rotari piccoli faretti a LED 7W e 12W 3000K IRC>85 a ottica medio stretta per valorizzare la torre, il tamburo, la cupola, le Bifore e l’abside.

Mentre per la valorizzazione delle rappresentazioni scolpite sui capitelli dei quattro pilastri angolari, si sono installati proiettori calpestabili basculanti a ottica stretta a 6W 3000 K.

L’illuminazione esterna della Tomba di Rotari, dell’abside e dei basso rilievi è stata realizzata con proiettori Sagomatori 50W 3000K IRC>85 mentre per le nicchie sono stati utilizzati proiettori calpestabili da 6W ad ottica stretta.

Infine, per ricreare l’ordine dei colonnati presenti in origine nella chiesa, sono state installate particolari strutture lineari equipaggiate con LED a fila continua da 3000 K.

Galleria Immagini